Home > Tutti gli articoli > Istituzione > Un pellegrinaggio nel nome di San Francesco e San Pio

Un pellegrinaggio nel nome di San Francesco e San Pio

I pellegrini del treno storico Benevento-Pietrelcina-Assisi hanno vissuto una domenica veramente particolare con l’arrivo poco prima di mezzogiorno alla stazione, accolti dalle autorità, dal Comitato dei rioni de j’angeli, dalla Pro loco e dalle associazioni angelane.

Un pellegrinaggio significativo e straordinario che non solo unisce due luoghi di fede, attraverso un viaggio lungo la dorsale appenninica, ma lega idealmente due giganti della Chiesa, San Francesco e San Pio.

Quattrocentocinquanta i partecipanti a questa originale e straordinaria esperienza che, oltre a un viaggio spirituale ideato dalla Chiesa beneventana per rafforzare i legami di fede e fratellanza tra i territori, vuole essere anche un’occasione di conoscenza e rilancio delle aree interne della nostra Penisola. Infatti il treno storico è sembrato il mezzo migliore per valorizzare le zone più nascoste e forse più problematiche delle nostre città.

Ad accogliere i pellegrini alla stazione di Assisi il sindaco Stefania Proietti, il sindaco di Pietrelcina Domenico Masone, il presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria, il presidente della Camera di commercio di Benevento Antonio Campese, l’arcivescovo di Benevento monsignor Felice Accrocca, Francesco Todisco, consigliere delegato della Regione Campania alle aree interne e Costantino Boffa, consigliere del presidente della Regione per la ferrovia Na-Ba ferrovia storica Napoli-Pietrelcina-Boscoretolo.

“E’ un momento speciale – ha detto il sindaco Proietti nel dare il benvenuto ai pellegrini campani insieme al presidente del consiglio Donatella Casciarri, all’assessore Massimo Paggi e al capogruppo Giuseppe Cardinali – perché ad Assisi è la tappa di arrivo del vostro pellegrinaggio partito dalla terra di San Pio, ultimo santo con le stimmate, e arrivato nella città del Poverello, uno dei primi giganti della Chiesa a essere raggiunto dai segni del Signore. Questo legame è di una forza incredibile e di un significato straordinario e deve essere solo il primo di una lunga serie di pellegrinaggi da e verso le nostre comunità”.

Subito dopo l’arrivo i pellegrini, accompagnati dalle autorità, si sono diretti alla Basilica di San Francesco per la santa messa e nel pomeriggio alla stazione per il rientro a Benevento con la promessa di tornare per l’8 dicembre, in occasione del rinnovato gemellaggio tra Assisi e Betlemme.

Sei il visitatore n. dal 05.08.2013